ACQUA QUANTA ACQUA BERE?

Pongo questo quesito alle porte dell'inverno perché molto spesso, passata la calura estiva, ci dimentichiamo completamente di bere. Molti si giustificano dicendo che non sentono lo stimolo della sete ma è giusto limitarci ad ascoltare questo segnale?

 Il contenuto d'acqua nell'adulto varia dal 60 al 75% del peso corporeo. L'acqua è distribuita in modo eterogeneo nei diversi organi, il tessuto adiposo (grasso) ne contiene solamente il 10 %.

 Il ricambio di acqua in condizioni fisiologiche è del 4% al giorno che arriva fino al 15% nei primi  mesi di vita.

In questo 4 % oltre all'acqua eliminata con le urine e con le feci dobbiamo tener conto anche della  perspirazio insensibilis che varia tra 600 e1000 ml al giorno ed rappresentata da vapore acqueo eliminato con il respiro  e evaporazione cutanea escluso il sudore.

Una parte dell'acqua che utilizziamo viene prodotta dal catabolismo degli alimenti (carboidrati, proteine e grassi che ne sono i maggiori produttori), ma questa quantità arriva al massimo a 300 ml al giorno. Abbiamo poi l'acqua assorbita attraverso gli alimenti che si aggira tra i 500 e i 900 ml al giorno.

Il fabbisogno aumenta in gravidanza e allattamento, facendo sport, ma anche durante le infezioni, durante la febbre e quando si assumono farmaci.

Un buon modo per valutare se stiamo bevendo a sufficienza è guardare il colore dell'urina: se è giallo intenso verso l'arancio significa che si è molto disidratati, l'urina gialla significa mediamente disidratato, l'urina trasparente invece significa che il corpo è idratato.

Ricettina per...riscoprire il senso di sete!

Uno o 2 bicchieri d'acqua al risveglio per idratarsi dopo molte ore senza bere.

Mezzo litro d'acqua (2 bicchieri e mezzo) durante la mattina e lo stesso durante il pomeriggio.Almeno 1 bicchiere d'acqua prima di andare a letto.